News

300 170  1

ECOLOOP – Uso sostenibile delle acque reflue in agricoltura

03 February 2020
Finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del bando INNONETWORK, il progetto ECOLOOP è al suo 15° mese di attività e, dopo la proroga ottenuta, esso si concluderà il 24 settembre 2020.
 
Il progetto ECOLOOP promuove il riutilizzo delle acque reflue trattate per l’irrigazione quale strategia per la sostenibilità economica e ambientale dell’agricoltura del territorio regionale. Grazie all’adozione di processi efficaci e tecnologie innovative, il progetto mira a superare le barriere esistenti nell’utilizzo delle acque reflue in agricoltura e punta al pieno sfruttamento del potenziale che le acque reflue affinate già disponibili rappresentano per il territorio.
 
L’obiettivo finale di ECOLOOP è permettere l’uso consapevole ed efficace delle acque reflue in agricoltura con due benefici diretti principali:
1. la salvaguardia delle falde acquifere (risorsa idrica pregiata);
2. il miglioramento della sostenibilità ambientale ed economica delle produzioni agricole.
 
Gli obiettivi specifici del progetto sono: ricerca, sviluppo sperimentale, prototipazione e test (in scenari reali) di:
- una piattaforma IoT, basata su sensori, per il monitoraggio della qualità dell’acqua affinata e dello stato del suolo; 
- un sistema DSS per il supporto alle pratiche agricole che utilizzano reflui trattati e per il controllo della qualità a livello di rete di distribuzione.
 
Il CIHEAM Bari partecipa alle attività di progetto attraverso:
1. l’analisi e la definizione delle componenti del bilancio idrico con acque non convenzionali, da implementare nel DSS per le aziende agricole. L’analisi fornisce indicazioni sugli effetti della salinità (introdotta attraverso la componente di conducibilità elettrica) sulla produzione agricola, sul bilancio idrico, sulla evapotraspirazione colturale e sulla lisciviazione; 
2. la collaborazione alle attività di monitoraggio e sperimentazione con la definizione di un protocollo per l’individuazione e il coinvolgimento delle aziende agricole presso cui effettuare le attività di monitoraggio;
3. il coordinamento del WP sull’accettabilità sociale dell’innovazione.
In particolare, l’istituto ha predisposto e avviato un processo di dialogo diretto con i principali stakeholder, atto ad incrementare l’accettabilità sociale del riuso di reflui e dell’innovazione proposta nel progetto al fine di superare la resistenza delle aziende agricole rispetto all’utilizzo delle acque reflue in agricoltura.
4. il coordinamento del WP di disseminazione e comunicazione. 
 
Il CIHEAM Bari si occupa delle attività di disseminazione e internazionalizzazione mediante la redazione del piano di comunicazione; la realizzazione dei contenuti del sito web di progetto (www.ecoloop.it), la produzione delle prime due newsletter di progetto; la produzione della brochure di progetto.
 
A proposito di disseminazione, il CIHEAM Bari ha appena pubblicato la seconda newsletter (Gennaio 2020) nella quale si descrivono nello specifico le attività del progetto, tra le quali spiccano lo sviluppo e l’implementazione di un programma per la gestione delle richieste di adacquatura da parte delle singole aziende agricole e la definizione di un protocollo di monitoraggio e sperimentazione, che detta le linee guida per le attività di monitoraggio agronomico e di qualità dell’acqua.
 
Il progetto ECOLOOP coinvolge tutti gli attori del processo di riuso dal trattamento dei reflui alla distribuzione irrigua sino alle aziende agricole per fornire loro gli strumenti tecnologici necessari a realizzare un’irrigazione in piena sicurezza, garantendo adeguati obiettivi produttivi. Inoltre, la promozione di un processo di dialogo e il coinvolgimento dei principali stakeholder permetteranno di aumentare l’accettabilità sociale di nuovi modelli di utilizzo delle risorse idriche, oltre che la definizione di azioni e competenze chiave.
 
Partnership del Progetto sono: Sysman Progetti & Servizi Srl (capofila), Acquedotto Pugliese SpA (AQP), FINCONS SpA, MASVIS Srl, Rhubbit Srl, Siconet S.r.l., Coop. La Molignana, Sanvito S.r.l., Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Ricerca Sulle Acque (IRSA), Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto Scienze delle Produzioni Alimentari (ISPA), CIHEAM Bari e Università degli studi di Bari “Aldo Moro” – Dipartimento di Informatica (UNIBA).